IL CANTIERE E LA SUA STORIA

   Agli inizi degli anni 70 nasce in Ceriale un Cantiere Navale fondato dal "Maestro d'Ascia" Ruocco Domenico, già impiegato nei cantieri navali più antichi della riviera Ligure, dove imparò tutta l'arte dell'antico mestiere navale alla scuola dei vecchi "Maestri d'Ascia" costruendo i famosi "Gozzi Liguri", allora interamente in legno e destinati soprattutto ai pescatori professionisti. Nacque così il Cantiere  "Nauticart",  iniziando a produrre i primi gozzi di varie misure, dal piccolo m 3.80 fino al m 8.00, tutti interamente in legno corredati di vela oppure con piccole cabine per il riparo invernale.

   Dopo circa 10 anni nacque un nuovo prodotto destinato a cambiare il metodo di lavorazione sino ad allora usato, la "vetroresina". Ciò in poco tempo rivoluzionò il sistema di lavorazione navale in tutti i cantieri esistenti. Con l'avvento di questo nuovo prodotto la Nauticart decise di seguire le esigenze di quel mercato, che in quegli anni stava cambiando velocemente, e costruì il primo stampo per la lavorazione della vetroresina. Si trattava dello stampo del gozzo "ARMONIA " di m 6.30 allestito sia nella versione pontata, e successivamente in quella cabinata, ancora oggi uno dei modelli di punta del Cantiere, che vanta più di 200 unità fino ad ora prodotte.

   Questo è stato il primo stampo costruito e, visto il successo ottenuto, si decise di costruire tutta una serie di gozzi in vetroresina sempre però rifinitiin legno; nacquero in successione i seguenti modelli: il gozzo "BOLENTINO" di m 3.80, il più piccolo, ora costruito solo su ordinazione; il gozzo "IBIS" di m 4.30, anch' esso costruito solo su ordinazione, vista l'esigenza di mercato che ricerca questi tipo di imbarcazione, partendo da una misura di m 5.00; il gozzo "SOLE" di m 5.00, uno dei modelli di maggior successo con più di 250 unità vendute a partire dagli anni 80 sino ad oggi, ed il già citato gozzo "ARMONIA" di m 6.30.

   Con questi modelli il cantiere riuscì ad accaparrarsi una nicchia di mercato ancor oggi molto valida riguardante quella clientela appassionata alla piccola pesca sportiva e a questo tipo di imbarcazione. Continuò cosi fino alla metà degli anni 90 quando ci si accorse che le esigenze della clientela stavano cambiando soprattutto nella ricerca della velocità da sempre handicap dei gozzi ottimi dal punto di vista della tenuta di mare ma purtroppo non molto veloci avendo uno scafo dislocante e non planante come i motoscafi o i gommoni.

   Per ovviare a questo inconveniente si provò con l'applicare flap a poppa dell' imbarcazione aiutandola a guadagnare qualche miglio in più con l'ausilio anche di un motore con qualche cavallo in più. Nacque così con l'aiuto anche di alcuni ingegneri navali lo stampo del gozzo "PLANANTE" di m 5.00 un'imbarcazione che rispetta l'estetica del classico gozzo ligure ma con una chiglia particolare dotata di un tunnel che aiuta l'elica ad avere sempre acqua viva in modo da poter arrivare anche con un gozzo ad una velocità accettabile mantenendo comunque le doti di stabilità che lo contraddistinguono. Il gozzo "PLANANTE" e' ora il modello di punta della produzione con quasi 100 unità vendute in soli cinque anni.

   Ai nostri giorni il titolare del cantiere è il Sig. Ruocco Massimo, figlio del fondatore, che insieme al fratello, allo stesso padre e alcuni operai manda avanti un cantiere con ormai più di 30 anni di storia alle spalle. Le imbarcazioni, totalmente prodotte in loco dalla lavorazione in vetroresina alla rifinitura in legno al montaggio dei motori ecc…, sono circa 15 l'anno e vantano oltretutto della immatricolazione "CE", obbligatoria oramai dal 1998.Sicuri della nostra volontà e manodopera specializzata cerchiamo di stare al passo coi tempi e le esigenze di mercato senza però dimenticare le antiche tradizioni che fino a qui ci hanno aiutato nel nostro lavoro.